Quantcast

Valtidone Wine Fest: domenica in Alta Val Tidone il vino si abbina al buslàn e all’olio

16 settembre 2021 – Sarà Nibbiano in Alta Val Tidone la sede della terza tappa del Valtidone Wine Fest 2021, che giunge al giro di boa dopo i successi registrati a Borgonovo e Ziano con tanta gente e tanta voglia di stare insieme in sicurezza.  Appuntamento domenica 19 settembre, con un atteso antipasto sabato 18, in Piazza Martiri della Libertà con il terzo appuntamento di Rock around the Book e la presentazione del libro “Vini e Vinili 33 giri di rosso” in Piazza Combattenti (ore 21).

Inaugurazione della rassegna alle ore 10.30 e per tutta la giornata le 23 cantine e aziende vitivinicole dislocate lungo le vie del centro paese presenteranno i propri vini con un focus particolare sul passito (insieme a 13 banchetti di produttori). E con il passito non poteva mancare il dolce, con la quarta edizione della Sagra del Buslàn, il dolce tipico del territorio, protagonista anche di un simpatico contest fotografico: si chiede a tutti la preparazione del dolce e l’invio di un proprio selfie (a info@visitaltavaltidone.it o via whatsapp al numero 335.6104125). Le foto saranno esposte durante la giornata e la più votata sarà premiata con un simpatico omaggio. Inoltre, i Buslàn che chi vorrà donerà all’organizzazione saranno messi in vendita per un’opera di beneficenza legata ai servizi sociali del Comune di Alta Val Tidone.

Oltre al vino e al buslàn, altro gradito protagonista della giornata è l’olio extravergine E.v.o. della Val Tidone, una tradizione centenaria riscoperta negli ultimi decenni grazie all’Associazione LaValtidone ed in particolare alla curiosità Agro-Culturale dell’enotecnico Fausto Borghi. L’olio della Val Tidone sarà al centro delle degustazioni del pomeriggio, a cura di Michele Mauro dell’Accademia della Cucina Piacentina, che abbinerà l’olio, i prodotti tipici del territorio e il vino in un affascinante connubio di gusto (costo 10 euro compreso calice per degustazione vini). A parlarne saranno, tra una degustazione e l’altra, oltre a Michele Mauro, Giovanni Derba, A.I.S. – “Quale vino, quale cibo”, Marco Francolini, Istituto Marcora – Presentazione del progetto “Nuovo frantoio della Val Tidone a cura dell’Associazione La Valtidone”,  Luciano Gallizia, Presidente della Cooperativa Olivicola Arnasco, frantoio degli agricoltori della Val Tidone – Nell’ulivo le nostre radici, Giancarlo Spezia – Il diserbo ecologico del vigneto con schiuma calda: una soluzione piacentina per il mondo intero e Dianora e Malvina Malvicini Fontana – Il ritorno in Alta Val Tidone, feudo Malvicini Fontana dal medioevo.

Oltre alla premiazione del contest del Selfie Buslàn, dalle 19.00 in Piazza Combattenti saranno premiati i vincitori del contest legato al Valtidone Wine Fest e del contest “Un Anno in Alta Val Tidone”, promosso dal Comune per l’intero anno.

Completeranno la ricca giornata la mostra fotografica di Giulio Re “L’anima della vite” (sala polivalente comunale in Piazza Combattenti) e il laboratorio “I colori del vino”, con l’artista Maurizia Gentili che dipingerà utilizzando il vino delle cantine presenti.

Musica live per concludere la giornata con Sicamano e The Kolla in Piazza Combattenti.

“Ogni anno la rassegna in Alta Val Tidone cresce con attrazioni e proposte tutte rivolte a far conoscere le eccellenze del nostro territorio, a partire da quelle agroalimentari ed enogastronomiche, riscoprendo anche quelle più antiche e tradizionali – sottolinea Franco Albertini, sindaco di Alta Val Tidone –. Quest’anno al vino uniamo, oltre al buslàn, il nostro olio che si sta rapidamente diffondendo. Il Valtidone Wine Fest è un’importante rassegna che permette davvero di farci conoscere e di far conoscere i nostri produttori. Dopo i mesi difficili dell’emergenza sanitaria è un messaggio di ottimismo verso il futuro”.

A sostenere le quattro tappe del Valtidone Wine Fest, oltre alle due cantine sociali – Cantina di Vicobarone e Cantina Valtidone – la Banca di Piacenza. “Il nostro istituto – ha sottolineato Andrea Podrecca dell’ufficio marketing della Banca – è strettamente legato al territorio e sostiene iniziative come queste che sono un modo per far conoscere le nostre eccellenze e sostenere il tessuto socio economico locale. E le finalità di questa rassegna sono le stesse del nostro istituto che ha tra le sue campagne lo slogan “semina e raccogli nel tuo territorio”.