Valtidone Wine Fest-Smart Edition a Borgonovo; vetrina del territorio, all’insegna della sicurezza

7 settembre 2020Si è aperta con la tappa di Borgonovo l’edizione 2020 del Valtidone Wine Fest, ribattezzata quest’anno Smart Edition in omaggio ai concetti di responsabilità e di sicurezza che in questo periodo devono animare più che mai non solo le manifestazioni e gli eventi pubblici, ma il comportamento di ognuno di noi quale strumento migliore di contrasto alla diffusione del contagio da Covid-19.

“E’ un messaggio di speranza, un invito a guardare avanti – hanno ripetuto in coro durante il taglio del nastro il Sindaco di Borgonovo Pietro Mazzocchi e quello di Alta Val Tidone, Franco Albertini, in rappresentanza anche della Provincia di Piacenza quale ente patrocinatore dell’evento – Ed è un piccolo aiuto al nostro sistema produttivo che in Val Tidone ha nelle cantine e nelle aziende vitivinicole una fondamentale spina dorsale. L’evento di oggi, come quello di Trevozzo tra 15 giorni è organizzato nel rispetto di tutte le norme di sicurezza e con la massima attenzione alla tutela della salute dei cittadini e ringraziamo per questo ulteriore impegno i dipendenti comunali, i collaboratori e il gruppo Alpini che permettono la perfetta realizzazione dell’iniziativa”.

Il particolare format non ha fatto venir meno il significato della rassegna, che è quello di vetrina del territorio e delle sue eccellenze, a partire dal vino, declinato a Borgonovo in particolare nell’autoctono Ortrugo, presentato per tutto il giorno nelle isole di degustazione da sommelier professionisti dell’AIS e della Fisar e dagli stessi produttori – come l’Azienda Santa Giustina e Fratelli Braghieri – che nel pomeriggio nella Rocca Municipale hanno guidato i presenti a un viaggio di assaggi alla scoperta di alcune delle migliori referenze. Abbinate al vino non potevano mancare le altre eccellenze culinarie tradizionali, con la presenza di 4 gastronomi che hanno presentato salumi, formaggi e altre squisitezze gastronomiche del territorio, mentre per tutto il giorno i volontari della Pro Loco hanno venduto la tradizionale chisola, focaccia coi ciccioli de.co.

A supervisionare alle prescrizioni di sicurezza il Gruppo Alpini di Borgonovo: “Abbiamo risposto positivamente alla richiesta di collaborazione che ci ha avanzato il Comune – commenta il responsabile del gruppo borgonovese Pierluigi Forlini – perché il nostro sodalizio è sempre a disposizione per il bene del territorio. E in questa particolare situazione di emergenza sanitaria, occorre un contributo in più da parte di tutti”.

Un contributo giunto anche dalla Banca di Piacenza, sponsor dell’intera edizione, presente con il condirettore generale Pietro Coppelli: “La Banca è sempre pronta a sostenere il territorio – ha sottolineato – e con la Val Tidone c’è un legame speciale. Non potevamo quindi non accettare questo invito: il matrimonio tra il nostro Ente e questa rassegna che promuove le eccellenze della valle penso sia qualcosa di assolutamente naturale”.

Il prossimo appuntamento della rassegna è in calendario tra 2 settimane a Trevozzo (Alta ValTidone) con una cena degustazione e un convegno a tema la sera di sabato 19 settembre e le degustazioni per l’intera giornata di domenica 20 nella nuova piazza del paese, inaugurata lo scorso dicembre. Tutte le informazioni sull’evento e le prenotazioni per gli appuntamenti di degustazione guidata si potranno trovare dai prossimi giorni sul sito www.valtidonewinefest.it e sui profili social della rassegna.