A Pianello il Valtidone Wine Fest è frizzante

“Il taglio del nastro del Valtidone Wine Fest rappresenta un momento simbolico ma significativo per tutta la comunità, in particolar modo per tutti i viticoltori che con il loro impegno e lavoro hanno prodotto i propri vini, eccellenza che si è trasformata in uno straordinario strumento di promozione del territorio”. Sono queste le parole usate da Gianpaolo Fornasari, Sindaco di Pianello, in occasione dell’inaugurazione dell’ultima tappa dell’edizione 2018 della più grande rassegna del vino piacentino, andata in scena domenica scorsa, 23 settembre, in concomitanza con la festa di San Maurizio nel paese della Val Tidone.

Piazza Madonna ha infatti ospitato anche quest’anno il tradizionale tendone dove hanno trovato posto le 25 cantine che hanno partecipato all’ultima tappa del Valtitone Wine Fest, Pianello Frizzante, accompagnate da altri prodotti del territorio, come formaggi, tartufi, salumi e dolci, senza dimenticare il piatto tipico della tradizione, il batarò che proprio da queste parti trova le proprie origini.

Il tutto mentre al di fuori si consumava il ricco programma della Sagra di San Maurizio, che per tutto il fine settimana ha animato il centro di Pianello Val Tidone.

La tappa pianellese ha rappresentato l’ultimo appuntamento del Valtidone Wine Fest 2018 che dopo Borgonovo, Ziano e Alta Val Tidone ha quindi chiuso un’altra edizione, dimostrando il consolidamento di un programma che mette al centro il brand Val Tidone e che ha la capacità di richiamare pubblico anche al di fuori della regione, anche grazie ad una strategia di comunicazione mirata.

Ma il successo della manifestazione è da attribuirsi al lavoro di squadra, a cominciare da Pianello Frizzante e dalla Pro Loco, di tutte le associazioni, i volontari e sponsor che con il proprio contributo hanno permesso l’organizzazione degli eventi del fine settimana. Fornasari ha quindi voluto esprimere gratitudine a tutti, ricordando anche il particolare impegno di Credit Agricole, Cantina Valtidone e Cantina Vicobarone.

Presenti alla cerimonia inaugurale anche Simona Rossetti, sindaco di Cerreto Guidi, paese gemellato con Pianello Val Tidone, accompagnata dai propri sbandieratori in costume, le autorità civili e religiose, i sindaci dei comuni della vallata, il senatore Pietro Pisani e il rappresentante del comitato degli Azzano d’Italia che in occasione del 30esimo anniversario hanno scelto il paese della Val Tidone per il tradizionale ritrovo annuale.

Durante la giornata sono stati premiati anche gli ultimi vincitori del contest fotografico: Laura Rovellini che ha ottenuto il maggior numero di Mi piace su Instagram con lo scatto “vineyards tunnel” e un premio speciale per “l’amore dimostrato verso il territorio” riconosciuto a Cosimo Rocco.

Pianello chiude simbolicamente i battenti della nona edizione del Valtidone Wine Fest che anche quest’anno ha saputo far parlare di sé, dei vini e ovviamente del territorio. L’appuntamento è per il 2019 per il decennale della manifestazione.