Valtidone Wine Fest, a Ziano tutte le sfumature del Malvasia

dsc_0490Ziano Piacentino (PC) – 7 settembre 2016 – E’ dedicata al vino più poliedrico e con le maggiori potenzialità di tutta la produzione enologica piacentina la seconda tappa del Valtidone Wine Fest. Dopo lo strepitoso successo di Ortrugo&Chisola a Borgonovo, il prossimo fine settimana Ziano riempirà i calici con il Malvasia: secco e frizzante, dolce, fermo o spumantizzato, ce ne sarà davvero per tutti i gusti. Con l’organizzazione dell’Associazione di produttori 7 Colli in Malvasia, l’ex Cinema Smeraldo – allestito per l’occasione da dipinti con tema l’uva dell’associazione Made in Ziano – si trasformerà nel centro degustazioni dei vini della ventina di aziende vitivinicole e cantine del territorio aderenti al Valtidone Wine Fest. L’ex cinema, inaugurato nel 1926, ospiterà anche la mostra di un centinaio di foto storiche dedicate all’uva e alla lavorazione agricola nei vigneti di un collezionista privato.

La rassegna del vino piacentino, giunta alla settima edizione e promossa dai comuni di Borgonovo, Nibbiano e Pianello, oltre che di Ziano, con il patrocinio della Provincia di Piacenza e il concorso di alcuni sponsor privati tra cui la Banca Centropadana, si intreccerà con la 65edizione della Sagra dell’Uva organizzata dalla locale Pro Loco, che prenderà il via già venerdì e sabato sera con la musica dal vivo e gli stand gastronomici nei giardini pubblici.

Per entrambe le manifestazioni il clou si raggiungerà domenica, quando già dalle prime ore della mattina si terranno iniziative ed eventi per tutti i gusti. L’inaugurazione congiunta della Festa dell’Uva e di Sette Colli in Malvasia è prevista presso l’ex cinema Smeraldo alle ore 10.00, con la successiva apertura degli stand delle aziende vitivinicole e cantine, affiancati da banchi di produttori alimentari del territorio.

La novità 2016 del Valtidone Wine Fest sarà l’abbinamento tra il vino e l’arte. Domenica pomeriggio, infatti, saranno attivati dei percorsi turistici (alle 15.00, 16.30 e 18.00) che permetteranno di conoscere Ziano, la sua storia e le sue eccellenze artistiche, soffermandosi poi a degustare il Malvasia in abbinamento ai prodotti e piatti tipici del territorio. I percorsi del gusto partiranno dall’ex cinema Smeraldo e attraversando il centro del paese, permetteranno grazie all’accompagnamento di guide, di conoscere Ziano da un punto di vista storico, artistico e culturale. Dopo la tappa nella chiesa parrocchiale dove sarà possibile ammirare le opere dell’artista locale Ulisse Sartini e il restaurato Organo Sangalli, si giungerà in Piazza De Carli dove si potranno degustare varie tipologie di Malvasia abbinate ai salumi, in particolare la pancetta, ai tortelli con la coda, che saranno al centro di uno showcooking tenuto da Paola Castoldi del pastificio Nonna Clara e, infine, alla ciambella tradizionale.

La Festa dell’Uva proporrà domenica pomeriggio l’esibizione del coro bandistico pontolliese che precederà la consueta sfilata dei carri allegorici a tema per le vie del paese. In serata si terrà la sfilata di vestiti vintage anni 70 e a seguire l’esibizione dei Foco Loco con giochi di fuoco. Mentre nel cortile del Palazzo municipale sarà allestito un’area dedicata alle associazioni, nei locali dello stesso la Biblioteca comunale Carla Carloni organizzerà un’esposizione e mercatino di libri i cui proventi andranno devoluti in parte alle popolazioni terremotate. Infine, sempre in comune, saranno esposte le opere frutto dell’ingegno artistico dell’associazione piacentina Qui Arte che in pittura, scultura e artigianato ha interpretato i tarocchi.
Durante la giornata sarà inoltre ospitato un raduno di auto vintage che da Ziano percorreranno i sette colli che caratterizzano il territorio comunale, con una sosta all’azienda vitivinicola Gaiaschi.

Alla conferenza stampa di presentazione del ricco fine settimana hanno preso parte oltre ai rappresentanti della Pro Loco, della Biblioteca, delle Associazioni Made in Ziano e Qui Arte, e a Paola Castoldi del pastificio Nonna Clara, alcune aziende vitivinicole in rappresentanza delle cantine del Valtidone Wine Fest. Davide Valla, Presidente dell’Associazione 7 Colli, ha voluto ringraziare tutti i collaboratori che si stanno impegnando per la realizzazione della manifestazione, sottolineando l’importanza della collaborazione tra pubblico e privato e tra aziende. Un concetto ribadito anche da Claudio Bassanini della Cantina di Vicobarone e Arianna Soprani dell’Azienda Santa Giustina: “Siamo certi che la Val Tidone abbia grandissime potenzialità per competere sul mercato turistico nazionale e internazionale, in una nicchia, in particolare, che è quella del turismo enogastronomico che è in costante crescita. Ringraziamo quindi le amministrazioni comunali che hanno fatto sinergia e ci aiutano nella promozione delle nostre attività”.