Brindisi alla Val Tidone, da Bilegno è partito il Wine Fest in musica

DSC_0187Una serata magica quella che si è vissuta a Bilegno di Borgonovo, dove nella splendida cornice del sagrato della chiesa di San Giorgio, si sono dati appuntamento l’Appennino Festival e il Valtidone Wine Fest, che ha celebrato, come tradizione, il suo momento inaugurale. Un incontro tra musica, vino e gastronomia che rappresenta il miglior viatico per un settembre intenso all’insegna delle eccellenze di questo meraviglioso territorio sui colli piacentini.

Ad introdurre la serata sono state le prelibatezze culinarie del Ristorante La Palta di Isa Mazzocchi e della sua brigata che hanno deliziato i palati con assaggi di piatti frutto di geniali accostamenti a base dei prodotti della zona e non solo. E tra un assaggio e una degustazione dei vini del Valtidone Wine Fest ci si è predisposti all’ascolto dello spettacolo musicale diretto da Maddalena Scagnelli. I virtuosismi al clarinetto dei giovani interpreti de Les Cles d’Argent si sono alternati alle musiche e ai canti del gruppo vocale The Roses. Un’ora e mezza di pura magia che ha coinvolto, emozionato e divertito il numeroso pubblico che ha affollato la piazza di Bilegno.

Dopo l’antipasto, il Valtidone Wine Fest è pronto ad offrire il suo piatto principale domenica a Borgonovo, quando sotto il tendone di Piazza Garibaldi verranno ospitate circa 30 cantine e aziende vitivinicole della zona che proporranno in degustazione i loro migliori Ortugo, l’unica vite autoctona della zona a cui è dedicata come da tradizione la prima tappa della più grande rassegna del vino piacentino. Alle ore 11.00 nella zona del tendone si terrà l’inaugurazione ufficiale, seguita dalla premiazione del miglior Ortrugo, selezionato dalla giuria di esperti guidata da Roberto Gazzola, che verrà omaggiato di un’opera pittorica del Maestro Francesco Summo. Nello stesso momento si terrà anche la premiazione della fotografia che si è aggiudicata la prima tappa del contest fotografico Valtidone nel bicchiere che ha già visto l’invio di oltre 50 scatti che uniscono il vino e il paesaggio, con centinaia di voti sulla pagina facebook del festival.