La Lombardia degusta il Valtidone Wine Fest

VWF_280716_Milano (52)Presentata la settima edizione del festival del vino piacentino al Palazzo della Regione a Milano
Sponsor d’eccezione per la settima edizione del Valtidone Wine Fest, che ha preso le mosse dal Palazzo della Regione Lombardia: l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianni Fava ha espresso parole di vivo apprezzamento per il modello piacentino di produzione e promozione del vino. “La Lombardia – ha detto Fava – deve guardare con attenzione al modello piacentino e della Val Tidone, che è un modello di successo, mentre qui siamo a volte troppo legati a modelli superati. Il Valtidone Wine Fest è un’iniziativa eccellente e di grande qualità, che unisce al vino la proposta culinaria per una vincente promozione del territorio. Sono convinto che il vino possa essere la chiave di volta dell’offerta turistica, oltre che un modo vincente per ripopolare le zone collinare e pedemontane che si avviano allo spopolamento. Siamo molto contenti di questa collaborazione tra la Val Tidone e la Lombardia e siamo certi che i milanesi e i lombardi interverranno con successo a questa rassegna, anche perché siamo già molto sensibili alle bellezze del territorio piacentino”.
La presentazione milanese del Valtidone Wine Fest si è svolta questa mattina presso l’Albar di Angelo Bombini, in Piazza Città di Lombardia a Milano, grazie all’organizzazione di ARGA Lombardia-Liguria, con la collaborazione della delegazione provinciale piacentina dell’ARGA Emilia-Romagna. A rappresentare il territorio piacentino il Sindaco di Ziano, Manuel Ghilardelli e i consiglieri comunali di Borgonovo, Giulia Monteleone e Nicola Sogni, che oltre a descrivere gli eventi che caratterizzeranno, come di consueto, i 4 fine settimana di settembre in Val Tidone, hanno sottolineato l’importanza di mettere insieme i territori al fine della promozione. “Il Valtidone Wine Fest – ha detto Ghilardelli – è stata un’ottima intuizione, una collaborazione tra Comuni e aziende che ci permette di “esportare” non solo l’eccellenza dei nostri vini, ma tutta la proposta enogastronomica, storica, culturale e paesaggistica del fantastico territorio che abbiamo la fortuna di vivere”. “Sono zone splendide in cui abitare e da visitare”, hanno ribadito Giulia Monteleone e Nicola Sogni, dando appuntamento a settembre per week end di relax, ma anche di cultura, “accompagnati da ottimi piatti e strepitosi vini”.
Diverse le cantine e aziende vitivinicole del Valtidone Wine Fest intervenute all’appuntamento milanese, dove i giornalisti hanno potuto degustare i vini della Cantina Valtidone, delle aziende Badenchini, La Primogenita, Molinelli Vini e Cantina Vicobarone. “Il segreto del successo e della bontà del vino della Val Tidone – ha detto Katia Molinelli dell’omonima azienda – è la grande cura con cui tutte le nostre aziende e cantine curano le vigne e il territorio”. Se Stefano Michelotti dell’Azienda La Primogenita, recentemente premiato da Coldiretti Emilia-Romagna come uno dei più giovani vitivicoltori della regione con i suoi 28 anni, ha sottolineato in particolare l’eccellenza del Malvasia, “un vino che non ha limiti e ha una marcia in più potendo essere declinato in molteplici tipologie, dal fermo al frizzante, dal dolce al secco”, Paolo Badenchini dell’Azienda Badenchini ha rivendicato l’eccellenza del Gutturnio dei colli piacentini, fermo e frizzante, “un vino che non ha nulla da invidiare ai grandi rossi italiani. Nasce dalla felice intuizione dell’unione tra il barbera e il bonarda per creare un vino beverino, da gustare in ogni occasione”.
Fabio Benati di Arga Lombardia-Liguria ha chiuso l’incontro milanese, dando appuntamento a tutti non solo in Val Tidone, ma ancora all’AlBar dove verso la metà di settembre verrà proposto un simpatico contest con i vini del Valtidone Wine Fest e una birreria artigianale del Lago di Garda.